In Molise è andata in archivio un’altra bellissima giornata di sport e integrazione sociale: massiccia la partecipazione della comunità locale

Esordio con il botto per l’Equipaggio 2 nella Carovana dello Sport Integrato! La comitiva Csen è stata ricevuta con grande calore dalla comunità di Riccia (provincia di Campobasso), che ha gremito gli spalti del palasport locale in ogni ordine di posto per assistere alla gara-esibizione di Football Integrato.

La mattinata è stata aperta dall’intervento di Leonina Benigni, capogruppo dell’Equipaggio 2, dopo di che sono arrivati i saluti istituzionali da parte del sindaco di Riccia Pietro Testa, della presidentessa del Comitato molisano del CIP Donatella Petrella, del Presidente Csen Molise Antonio Pica e dei rappresentanti delle scuole di Riccia: Lucia Vitiello (preside dell’Istituto Omnicomprensivo di Riccia) e Sergio Genovese (preside del Liceo Scientifico di Riccia).

Di fronte a una cornice di tifo particolarmente partecipe, gli atleti (entrati in campo accompagnati dai bambini della scuola primaria “Michele Cima”) hanno dato vita a una gara equilibrata e divertente, che ha visto prevalere la squadra gialla su quella rossa con il risultato finale di 12-11 grazie alla freddezza dei numeri 2 nel realizzare i calci di rigore nella porta laterale.

Anima dell’evento i ragazzi dell’Istituto Agrario di Riccia: “I nostri allievi hanno seguito 12 ore di formazione sui temi dello Sport Integrato – ha spiegato l’insegnante Sonia Fondacaro –questa fase teorica è servita per raccogliere le idee dei ragazzi e inserirle nella Carta dei Valori dello Sport Integrato. Dopo di che si è passati alla pratica, con i test di valutazione e le partite di Football Integrato, durante le quali c’è stato grande coinvolgimento emotivo. La Carovana è progetto di fondamentale importanza perché tocca la sensibilità di ognuno di noi. Tutti abbiamo delle abilità da valorizzare”.

Soddisfatto il presidente Csen regionale Antonio Pica: “E’ andata benissimo – ha spiegato – credo sia stato raggiunto in pieno l’obiettivo di questa manifestazione, che coniuga al meglio i temi dell’integrazione sociale e dello sport. A Riccia si è verificato un bell’esempio di sinergia tra istituzioni locali, Csen e istituti scolastici. Tutti hanno creduto fermamente in questa iniziativa e il numeroso pubblico accorso sugli spalti testimonia quanto sia forte la voglia di integrazione”.

Così invece Antonio Santorello, consigliere comunale di Riccia: “Abbiamo ospitato con grande piacere la tappa molisana della Carovana – ha ammesso – quando il Csen provinciale ci ha proposto il progetto lo abbiamo immediatamente sposato, e dopo tre mesi di intensi preparativi oggi possiamo dirci soddisfatti per la riuscita dell’evento. Siamo felici che tutta la nostra comunità si sia fatta trascinare dal clima gioioso della Carovana”.

L’Equipaggio 2 sarà coordinato da Agostino Toppi, che presiede inoltre l’ufficio progetti Csen dell’Abruzzo: “Le sensazioni dell’esordio sono fantastiche – ha detto – tutti i ragazzi si sono calati nel miglior modo possibile in questa splendida avventura. E’ bello dare il proprio contributo nel diffondere il verbo del Football Integrato”.

La tappa di Riccia non è ancora terminata: domattina, nella Sala Consiliare del Comune di Riccia, si terrà un’importante tavola rotonda sui temi dello Sport Integrato.

LA SETTIMA TAPPA – Dal Molise all’Abruzzo: sarà infatti Pescara il fulcro della settima tappa della Carovana. Sabato mattina alle 11.30, al Palasport Giovanni Paolo II, l’attesa gara-esibizione di Football Integrato.

Agenzia Uffici Stampa Directa Sport